Dal 1 luglio 2019 marcatura digitale obbligatoria per tutte le calzature destinate in Russia

giugno 24, 2019


In Russia, per fronteggiare la circolazione di prodotti illegali o contraffatti, è stata approvata nel 2017 la creazione del sistema digitale nazionale track and trace Chestny ZNAK, per la tracciabilità dei prodotti fino al consumatore finale.

Come previsto dal Decreto n.792-r del Governo della Federazione Russa in data 28 aprile 2018, in merito all’“Approvazione dell’elenco allegato di singole merci soggette a etichettatura obbligatoria con i mezzi di identificazione”, la marcatura digitale delle calzature è obbligatoria a partire dal 1 luglio 2019

Il nuovo regolamento prevede che per ogni prodotto regolato che si intende commercializzare in Russia sia corrisposto un codice identificativo, detto Data Matrix Code, che dovrà essere riportato sull’etichetta obbligatoria apposta su ogni singolo prodotto per lo sdoganamento/la commercializzazione. Il Data Matrix Code per le calzature è composto da diversi elementi e comprende: 

  • il Global Trade Item Number (GTIN), fornito all’operatore dal CRPT;
  • il numero di serie individuale delle merci, fornito dal sistema o dall'agente economico (produttore/importatore);
  • i primi 4 simboli del codice a 10 cifre della Classificazione delle materie prime di attività economica estera dell'EEU;
  • una chiave di verifica, fornito dal sistema come parte dell’intero codice di verifica;
  • la firma elettronica del produttore/importatore, ottenuta registrandosi al sistema.

Tutte le società russe produttrici ed importatrici dovranno adeguarsi ai nuovi requisiti obbligatori e, per fare ciò, il Governo ha previsto l'introduzione della marcatura digitale per le calzature in tre tappe: 

  1. Dal 1° luglio al 1° ottobre 2019: produttori russi ed importatori devono registrarsi nel sistema Chestny ZNAK e fare richiesta per ricevere l'attrezzatura necessaria per adempiere ai nuovi requisiti di etichettatura e tracciabilità dei prodotti (registratori di emissione). Gli stock residui di merce a magazzino in Russia possono essere contrassegnati già in questa prima fase di transizione per mezzo di codici semplificati disponibili nel proprio account nel sistema Chestny ZNAK. Le scorte residue etichettate con codici semplificati possono essere vendute fino a due anni dall’entrata in circolazione dei prodotti.
  2. Dal 1° ottobre 2019 al 1° febbraio 2020: in questa seconda fase verranno distribuiti i registratori di emissione e verranno condivise le procedure di set-up. 
  3. Dal 1° febbraio 2020: la produzione, l'importazione, le vendite al dettaglio e la circolazione di prodotti non marcati saranno vietate.

Tutte le aziende produttrici italiane che intendono esportare in Russia devono contattare il proprio importatore di riferimento per l’ottenimento della nuova etichetta obbligatoria da apporre sui propri prodotti prima della spedizione della merce. 

Ogni produttore ed importatore russo, per conto dei propri fornitori esteri, dovrà quindi richiedere al Centre for Research in Perspective Technologies (CRPT) il codice identificativo Data Matrix Code e inserirlo nell’etichetta obbligatoria che andrà spedita al produttore, che provvederà a sua volta ad applicarla sul prodotto prima della spedizione. 

I passaggi principali per la creazione di un'etichetta sono quindi i seguenti:

  • L'importatore russo si registra nel sistema;
  • Per ogni spedizione, l'importatore invia la richiesta di Data Matrix Code per ciascun singolo prodotto; la richiesta include tutte le informazioni sul prodotto: modello, taglia, colore, ecc.
  • Il sistema fornisce il codice all’importatore;
  • L’importatore inoltra il file digitale al produttore italiano, che provve a sua volta a stampare le etichette e ad applicarle sui singoli prodotti, oltre alle altre informazioni obbligatorie che devono essere presenti sul prodotto.

Per approfondimenti e informazioni sugli step da intraprendere per ottemperare ai nuovi requisiti, vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale https://chestnyznak.ru/en/vopros-otvet/ sezione FAQ relativa alla nuova marcatura digitale per le calzature.

Contattaci per ulteriori informazioni